Monica Candussio - wine for you

Wine For You

  • Monica Candussio
  • febbraio 25, 2016

Wine for You descrive la grandezza e la profondità in tutti i suoi contenuti.
Nulla è in esso, che non sia stato compreso, afferrato, riconosciuto nell’ infinita vibrazione della memoria di questa terra.
Esperienza, avvenimenti, umiltà, lavoro, un vasto arazzo meraviglioso, in cui ogni filo è condotto da mano sapiente, unito ad un altro e retto da mille altri.
Proverete una grande felicità nell’ osservare quest’ immagine e scoprirete le sue innumerevoli sorprese.

Solo l’amore le può abbracciare e contenere.

Qui non si misura il tempo, qui non vale alcun termine, essere artisti di questa terra, vuol dire maturare come l’albero, che non incalza, non ha apprensione che l’estate non possa venire.
Pazienti, volenterosi, caparbi, attendono il maturare dei loro frutti, ed io l’ imparo ogni giorno, l’ imparo tra i viticultori o produttori di sapori e di gusto, tra gli artigiani, gli storici o artisti che siano.

Il pensiero di questa creazione, rappresentare tramite un segno, plasmare ogni concetto, ogni evento, ogni prodotto, è nulla senza la continua riprova, nulla senza l’ innumerevole riscontro che scopro tra questa gente.

Qui dove una terra speciale mi circonda, su cui corrono dal mare alle montagne i venti, il godimento nel rappresentarlo è indescrivibile bello e ricco, perché è pieno di memorie ereditate, dal creare al generare.

In 335 pagine, corredate da mappe geografiche e percorsi, oltre che da una ricca serie di fotografie, viene descritta la ricchezza del Friuli Venezia Giulia in campo storico, artistico, paesaggistico ed enogastronomico. Parliamo della Guida Lonely Planet, uno dei marchi editoriali internazionali di punta in campo turistico.

Con il nostro progetto vogliamo rappresentare e far conoscere tutte le motivazioni per stupire un viaggiatore a visitare questa terra. C’ è cultura, c’ è scoperta di gusto enogastronomico, c’ è riposo per la mente e il corpo.
Un luogo, dove il visitatore si arricchisce di emozioni e sensazioni.
Sapori che si mescolano tra loro, varietà di tradizione culinaria, degustazioni di vini e visite in cantina, fanno l’identità di questa terra.

Il questo concept design, vi è un illustrazione dominante, la curiosità e il sapersi guardare attorno.

E’ infatti proprio da tutto quello che ci circonda, che possiamo trarre idee o spunti per arricchire noi stessi.
Il personaggio raffigurato, racchiude in sé i beni naturalistici, l’enogastronomia, la cultura presente.
Tutti questi elementi vengono composti in una presentazione energica e creativa dove i colori, le dimensioni, le forme, le icone, hanno lo scopo di comunicare, diffondere un messaggio, trasferire delle conoscenze o delle sensazioni.

Figura allegra, curiosa, spigliata, racchiude nel suo esistere, vari concetti che andremo uno ad uno a scoprire.
Il suo abbigliamento giornalistico, eccentrico e divertente.

Il papillon, un emblema di stile, portato da illustri personaggi come il nostro giornalista friulano Piero Villota o il critico d’arte Philippe D’Averio amante della terra friulana, definiti da lui “l’altra Italia”.

I baffi, una lunga storia. “Moschetis” in friulano, portati da tanti avi.
Un giorno vidi un anziano baffuto, seduto a un tavolino di un enoteca di Tricesimo. Era un uomo antico e moderno allo stesso tempo, elegante ed estremamente naturale, con un bel cappello, grandi baffi e un viso che sembrava custodire mille racconti.
Lo osservai per qualche minuti e ripensai alla figura di mio nonno.
Fu un incontro schietto e sincero, come questo personaggio graficamente rappresentato.

Quest’ atto di abbracciare, rappresenta il percorso delle strade del vino e Sapori Friuli Venezia Giulia nato dalla volontà unanime di comitati promotori, da imprenditori ed enti locali, in grado di coordinare e gestire tutte le attività per la promozione del vasto patrimonio enogastronomico regionale: cantine, produttori di sapori tipici, ristoranti e agriturismi.
All’interno di questo abbraccio, vi è racchiuso il calore, la generosità, il contenere stretto tutto ciò che è nostro, perché il tempo non lo disperda.

Il calice tra le dita, legato alle degustazioni, alla scoperta di ottimi vini e interessanti incontri con i produttori.
Egli rappresenta anche il turista, in cerca di emozioni autentiche di esperienze uniche.
Scoprirà e vivrà eventi, visite e degustazioni in cantina, laboratori artigianali, aperitivi in enoteche e ristoranti, proposte di esperienze polisensoriali lungo itinerari turistici.
Si innamorerà dei sapori e dei luoghi del nostro territorio, si divertirà anche a disegnare la vacanza su misura per le sue esigenze.

Mille motivazioni mille riscontri ho trovato in questa terra, ed è con questa illustrazione che ho voluto comunicarli. Un luogo visitato deve lasciare infinite emozioni dentro l’anima.
Auguro a voi di vivere quest’ esperienza.

admin

About admin

No Comments

Leave a Comment